Art. 1 – COSTITUZIONE.

E’ costituita tra i cultori di Genetica la Associazione denominata “ASSOCIAZIONE GENETICA ITALIANA” con sede in Pavia, Via S. Epifanio 14.

Art. 2 – SCOPO.

L’Associazione, che non ha fini di lucro, si propone di favorire gli studi di Genetica sia generale che speciale ed applicata, ed è aperta ai cultori di questa disciplina.

Art. 3 – PATRIMONIO.

Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle contribuzioni degli associati e da eventuali elargizioni a favore dell’Ente.

Art. 4 – ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE.

Sono organi dell’Associazione:

l’Assemblea dei Soci

il Consiglio Direttivo

il Presidente ed il Segretario

Tesorierela Scuola di Genetica

Art. 5 – RAPPRESENTANZA.

L’Amministrazione e la rappresentanza dell’Associazione spettano al Presidente ed al Segretario – Tesoriere anche disgiuntamente l’uno dall’altro.

Art. 6 – SOCI.

Per l’ammissione all’Associazione i candidati devono inviare alla Segreteria domanda corredata dalla firma di tre Soci. Le domande di ammissione vengono votate a maggioranza dei presenti durante l’Assemblea dei Soci. L’Assemblea fissa inoltre la quota sociale annua.

Art. 7 – DIRITTI E DOVERI DEI SOCI.

I Soci hanno diritto di partecipare all’Assemblea ed alle sue deliberazioni mediante votazione e a tutte le manifestazioni indette dalla Associazione. Essi hanno inoltre il dovere di corrispondere la quota annua di iscrizione nella misura fissata dalla Assemblea. Dopo due anni di mancato pagamento i Soci morosi saranno dichiarati scaduti previo esame di ogni singolo caso da parte del Consiglio Direttivo.

Art. 8 – CARICHE SOCIALI.

Il Consiglio Direttivo, eletto dalla Assemblea generale dei Soci, è costituito dal Presidente, cinque consiglieri ed un Segretario-Tesoriere.
Il Presidente rimane in carica tre anni e non può essere immediatamente rieletto a tale carica. Il Segretario-Tesoriere resta in carica quattro anni e può essere rieletto. I Consiglieri rimangono in carica due anni. Sono eleggibili i Soci con almeno tre anni di appartenenza all’Associazione.

Art. 9 – RIUNIONE DELL’ASSEMBLEA.

L’Associazione indirà almeno una riunione all’anno per la quale il Consiglio Direttivo preparerà il programma. Sono ammesse eccezioni negli anni durante i quali si svolgono i Congressi internazionali di Genetica o altri eventi scientifici in campo genetico di portata internazionale. La decisione di non effettuare la riunione annuale dovrà essere presa dall’Assemblea generale dei Soci, alla quale il Segretario-Tesoriere sottoporrà per l’approvazione la relazione finanziaria dell’anno sociale precedente.

Art. 10 – DELIBERAZIONI.

Le deliberazioni dell’Assemblea, salvo quanto previsto dall’art. 11, saranno prese a maggioranza dei voti espressi.

Art. 11 – VARIAZIONI DELLO STATUTO.

Le modificazioni dello Statuto dovranno essere formulate dal Consiglio Direttivo all’unanimità, oppure proposte per iscritto da almeno il 10% dei Soci e votate dall’Assemblea dei Soci che ne riceveranno notizia almeno tre mesi prima, risulteranno accolte solo le variazioni approvate da almeno i 2/3 dei Soci in prima convocazione o in seconda convocazione da almeno i 2/3 dei votanti.

Art. 12

In seno alla Associazione Genetica Italiana è consentita la costituzione di “Gruppi”. I Gruppi riuniscono Soci con comuni e specifici interessi di ricerca. Essi vengono approvati dall’Assemblea Generale su proposta del Consiglio Direttivo. Le domande di costituzione dei Gruppi vanno rivolte al Consiglio Direttivo da almeno 20 Soci.
I Gruppi sono coordinati da un Coordinatore, eletto dai rispettivi componenti.
In analogia a quanto in vigore per il Consiglio Direttivo, la durata del mandato dei Coordinatori delle Sezioni o dei Gruppi è di due anni, rinnovabile una sola volta. I Coordinatori rendono noto con anticipo al Consiglio Direttivo il programma delle iniziative da attuare ogni anno.

REGOLAMENTO

– Per tutte le questioni non previste dallo Statuto vale il Regolamento della Associazione. –